www.progettoculturale.it/questionedio - Archivio notizie
Alexander su creazione e evoluzione

Creazione ed evoluzione, non sono teorie che “impongono una scelta”, ma sono, piuttosto, “concetti complementari”, che “non esauriscono, ciascuno per sÚ, la comprensione dell’intera realtà” . Così è intervenuto al convegno internazionale “Dio oggi. Con lui o senza di lui cambia tutto”, Denis Alexander, biochimico dell’Università di Cambridge, nell’ambito di un laboratorio dedicato al tema del suo libro: “Creazione o evoluzione. S’impone una scelta?”. “Contro le intenzioni del suo autore - ha affermato Alexander - la teoria dell’evoluzione di Darwin è stata usata a sostegno di varie ideologie: il socialismo, il capitalismo, l’eugenetica nazista”. Invece, “l’evoluzionismo non è che la migliore spiegazione della scienza delle differenze biologiche”. E la scienza non che “uno dei livelli di comprensione della realtà”, insieme all’etica, all’estetica e alla religione, “tutti collegati tra loro e non in conflitto, nÚ rivali” Come ha affermato il biologo Ernst Mayer, la teoria darwiniana è “la più grande teoria unificante in biologia”, che “offre una mappa ordinata e coerente di dati diversi”, ma nulla dice circa le origini della vita e, anzi, è “perfettamente in linea con l’idea di un Dio che ha un’intenzione sul mondo e che continua la sua opera di creazione nell’esistenza del creato”. (sir)


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 12-DIC-09
 

Chiesa Cattolica Italiana - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed